Resistere, Resistere, Resistere

Resistenza alla dittatura interNazi[onalsociali]sta = Resistenza all'invasione straniera = Resistenza al genocidio del popolo italiano




martedì 27 settembre 2011

Il giorno del sorpasso.


Come ogni anno arriva il giorno dell'Overshoot Day in cui abbiamo esaurito tutte le risorse rinnovabili del pianeta. Quest'anno cade il 27 settembre. Il nostro atteggiamento nei confronti dell'ambiente in cui viviamo, che consumiamo e deprediamo continuamente, è insensato e suicida. Sembriamo alieni venuti dallo spazio. Forse lo siamo.

"Oggi è l'Overshoot Day: l'umanità ha esaurito le risorse che la natura può fornire in un anno in maniera sostenibile. il Global Footprint Network (GFN) tiene conto del fabbisogno umano di natura (per esempio per fornire cibo, produrre materie prime e assorbire CO2) rispetto alla capacità della natura di rigenerare queste risorse e assorbire i rifiuti. I calcoli del GFN dimostrano che circa dopo 9 mesi il fabbisogno di risorse dell'umanità ha sorpassato il livello che il pianeta può fornire in modo sostenibile in un anno. "E' come spendere il salario annuale in 9 mesi e consumare i risparmi anno dopo anno. Abbastanza in fretta finirebbe il vostro capitale” ha detto Mathis Wackernagel. Nel 1970, abbiamo superato la soglia critica. La richiesta di risorse alla natura ha cominciato da allora a superare ciò che poteva essere prodotto in modo rinnovabile. I calcoli preliminari del 2011 dimostrano che stiamo usando le risorse ad un tasso che richiederebbe tra 1,2 e 1,5 pianeti L'Earth Overshoot Day arriva mentre le Nazioni Unite prevedono che la popolazione umana raggiunga i 7 miliardi a fine ottobre e mentre, contrariamente, alla recessione, l'andamento delle risorse indica che la loro domanda è in crescita."
Global Footprint Network.
[Calcola la tua impronta ecologica]
                                                                                               - Beppe Grillo, 27 Settembre 2011 -

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,




martedì 20 settembre 2011

Lampedusa brucia


"Questa è ormai una guerra e i cittadini di Lampedusa reagiranno. Anche perché non abbiamo di fronte la massa dei profughi sub sahariani, ma centinaia di giovani tunisini che vogliono tutto e subito con arroganza, proprio come delinquenti, pronti a mettere a repentaglio la nostra e la loro vita". Queste sono le parole pronunciate oggi dal sindaco di Lampedusa. Forse dettate dalla gravità della situazione e dall'esasperazione diffusa tra i suoi concittadini. Credo che sia venuta l'ora di affrontare con serietà il problema dell'immigrazione. Non con il buonismo e l'approssimazione scaricando i problemi sulle fasce più deboli della popolazione italiana. I rifugiati politici o con problemi umanitari devono essere accolti. Chiunque altro deve poter rimanere solo se si è in grado di dargli un lavoro e un tetto. Altrimenti si fa solo demagogia e si alimentano le rivolte e la xenofobia.                                                                                Beppe Grillo - 20 settembre 2011              

Etichette: , , , ,

 
___________________________________ ___________________________________