Resistere, Resistere, Resistere

Resistenza alla dittatura interNazi[onalsociali]sta = Resistenza all'invasione straniera = Resistenza al genocidio del popolo italiano




lunedì 5 aprile 2010

L’ignominia dittatoriale chiamata Europa

Nell’omertà mediatica generale, mentre infuriava la campagna elettorale, il governo ha emanato un decreto con cui ha recepito e fatto entrare in vigore anche nel nostro paese la “direttiva Bolkenstein”. Il nome vagamente horror dice la verità: con questa norma l’Unione Europea ha voluto regolare le attività commerciali nell’interesse esclusivo del divino libero mercato. Semplificando, i pilastri su cui si basa la liberalizzazione di Bruxelles sono due: l’eliminazione dei paletti, divieti e limiti che ciascun settore in ogni stato, per consuetudini e convenienze sue proprie, si dà, e il famoso articolo 16, quello che lega un fornitore di servizi (il temuto “idraulico polacco” in Francia) alla legislazione non del paese in cui opera ma in quello in cui ha sede ufficiale.

Le conseguenze sono facilmente e sinistramente immaginabili. In un mercato ortofrutticolo, ad esempio, potranno fare il loro ingresso le spa e le srl spodestando il monopolio legale finora detenuto dalle imprese familiari. A Torino c’è stata una serrata di commercianti da banco non più tardi di una settimana fa contro la prospettiva di dover fronteggiare la concorrenza delle multinazionali. Il fatto che, per riprendere l’immagine dell’idraulico invasore, un libero professionista straniero applichi tariffe e sia sottoposto a regole di un altro stato produrrà un caos normativo il cui profitto lo trarranno, come al solito, i pesci grossi. Le imprese saranno spinte a trasferirsi legalmente in paesi con minori tutele sociali e salariali. Si creerà una sperequazione fra lavoratori di uno stesso paese, livellando verso il basso le loro condizioni contrattuali. E la deregulation liberista avvantaggerà chi assumerà posizioni dominanti sul mercato, perché comprimendo i costi, specie di lavoro, sarà il solo in grado di offrire prezzi al ribasso.

Come per il Trattato di Lisbona, che fa da cornice legislativa alla tirannide burocratico-bancaria europea, così anche per la Bolkenstein il silenzio con cui è stata approvata senza colpo ferire e senza coinvolgere il popolo è un altro, ennesimo tassello dell’ignominia dittatoriale chiamata Europa.

                                                                               Alessio Mannino, La voce del Ribelle, 31 marzo 2010

Etichette: , , , , , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

 
___________________________________ ___________________________________