Resistere, Resistere, Resistere

Resistenza alla dittatura interNazi[onalsociali]sta = Resistenza all'invasione straniera = Resistenza al genocidio del popolo italiano




mercoledì 27 maggio 2009

Un mondo uguale dappertutto?


E' più ricco e diverso un mondo in cui se tu vai in Ucraina trovi i negri, gli ispanici, i filippini, i cinesi, gli arabi e se ce ne avanza un po' anche gli ucraini,
... se tu vai in Serbia trovi i negri, gli ispanici, i filippini, i cinesi, gli arabi e se ce ne avanza un po' anche i serbi,
... se tu vai in Germania trovi i negri, gli ispanici, i filippini, i cinesi, gli arabi e se ce ne avanza un po' anche i tedeschi,
... se tu vai in Svezia trovi i negri, gli ispanici, i filippini, i cinesi, gli arabi e se ce ne avanza un po'anche gli svedesi,
... e se tu vai in Italia trovi i negri, gli ispanici, i filippini, i cinesi, gli arabi e se ce ne avanza un po' anche gli italiani,
e se ovviamente vai negli Stati Uniti trovi i negri, gli ispanici, i filippini, i cinesi, gli arabi e se ce ne avanza un po' anche gli ... americani (e chi sono?).
Oppure è più ricco e diverso un mondo i cui se tu vai in Africa trovi gli africani, se vai in sudamerica trovi gli ispanici, se vai nelle Filippine trovi i filippini, se vai in Cina trovi i cinesi, se vai nei paesi arabi trovi gli arabi, se vai in Ucraina trovi gli ucraini, se vai in Serbia trovi i serbi, se vai in Germania trovi i tedeschi se vai in Svezia trovi gli svedesi, e se vai in Italia trovi gli italiani, e
... se ovviamente vai negli Stati Uniti trovi però ancora i negri, gli ispanici, i filippini, i cinesi, gli arabi e se ce ne avanza un po' anche gli ... americani (per gli USA non c'è più niente da fare ormai, e forse non c'è mai stato).
La risposta è talmente elementare che non c'è bisogno di aspettarla.
Però se sostieni questo ti dicono che sei razzista.
Ma siamo noi che siamo razzisti, o sono loro che sono scemi?
No al capitalismo, no alla globalizzazione, no all'omologazione e alla distruzione della diversità!

Etichette: , , ,




giovedì 21 maggio 2009

Anche io sono pazzo


video
La giudice Clementina Forleo

Etichette: ,




mercoledì 20 maggio 2009

Il Lodo Veronica




1) Le cause di divorzio che coinvolgano le quattro alte cariche dello Stato sono sospese fino alla scadenza dei rispettivi mandati, sospensione prorogata in caso di passaggio da una carica all’altra; la sospensione non vale in caso di divorzio attivo (alta carica che molla la moglie), ma solo di divorzio passivo (alta carica mollata dalla moglie).
2) Vietato divorziare in prossimità di elezioni di ogni ordine e grado: ogni causa avviata nei 40 giorni precedenti il voto è da considerarsi nulla e mai più reiterabile.
3) Le cariche di cui all’art. 1 sono dispensate dal divieto di frequentare ragazze minorenni; anzi, se lo fanno riceveranno la comunione direttamente dalle mani del Santo Padre (previa deroga ai Patti Lateranensi).
4) Le notizie sulla vita privata delle quattro cariche sono coperte da segreto di Stato e punite con severissime pene detentive, eccezion fatta per quelle commissionate dalle cariche medesime per autoritrarsi in idilliaci quadretti familiari; il gossip può invece proseguire serenamente sulle testate di proprietà di una delle alte cariche quando riguardi privati cittadini o esponenti dell’opposizione (vedi caso Sircana o bacio tra Di Pietro e un’amica).
5) Io so’ io e voi nun siete un cazzo.

Etichette:




lunedì 18 maggio 2009


Etichette:




sabato 16 maggio 2009


Etichette: , ,




giovedì 14 maggio 2009

In campo anche la vecchia cariatide.


Oggi è stato il turno di Napolitano; sono scesi tutti in campo in difesa dell'ordine costituito, il sistema capitalistico in fallimento di cui siamo portatori e che, prevedendo l'invasione del nostro paese, ci distruggerà. Non manca più nessuno, destra e sinistra insieme contro la Lega che da sola resta l'unico baluardo contro la scomparsa del popolo italiano. Il Pàpa, Il Presidente della Repubblica, Fini, Presidente della Camera, tutte le forze politiche nessuna esclusa.
E' il canto del cigno, anzi dei cigni, tutto uno starnazzare patetico.
Berlusconi fa finta di stare con la Lega perchè ne ha bisogno, e poi perchè, facendo derivare la sua politica dai sondaggi, sa perfettamente che la gente comune non vuole questa invasione, ovviamente, ma in realtà a lui non frega nulla. Tutt'altro: lui è della razza della destra economico-capitalistica che questa invasione l'ha causata e fortemente la vuole, ne va della sopravvivenza del sistema, che tutti appunto stanno affannosamente, vanamente, cercando di salvare.
La sinistra avrà un'altra disfatta. Continuano a non capire la lezione. Sono lontani anni luce dai sentimenti della gente. Nelle nuvole. Stanno morendo, stiamo morendo, ma continuano a sostenere un sistema fallimentare, incapaci di produrre nulla di nuovo.
Ed oggi si è aggiunta al coro anche la vecchia cariatide, profferendo le solite insulse banalità ed i consueti luoghi comuni del buonismo.
Non credetegli. Non cascateci. Non vendete casa vostra per un pugno di lenticchie.

Etichette: ,




martedì 12 maggio 2009

La sinistra continua a non capire e a contraddirsi


La sinistra continua a sbagliare, a non capire il disastro dell'invasione straniera, e soprattutto a fare il più grave errore che è quello di lasciare alla banda Berlusconi l'esclusività della lotta all'invasione.
E' l'errore che hanno fatto in passato, con cui hanno perso una enorme parte dei voti dei loro elettori, soprattutto al nord, ed è l'errore che continuano a fare imperterriti anche adesso, immersi in una ottusità sconcertante.
Inoltre questa sinistra "progressista" e laica si trova perfettamente in linea con la politica del Vaticano. Questo dovrebbere essere un altro indizio da cogliere che qualcosa non va.
Non si accorgono neanche di essere in piena confusione: accusano infatti il governo di aver fatto aumentare l'immigrazione clandestina sempre di più negli ultimi anni, così dimostrando di non volerla, e poi però quando, come adesso, vengono prese misure concrete, efficaci ed elementari per contrastarla, si oppongono (elementari, poichè anche un bambino capirebbe che l'ovvia e giusta soluzione è quella proprio dell'immediato respingimento per impedire gli sbarchi, come noi sosteniamo da anni).
In realtà l'invasione aumenta non per gli errori del governo (certo avremmo voluto vedere se ci fossero stati loro al governo come sarebbe diminuita!!!) ma perchè in sè stessa questa invasione tende ad aumentare sempre più di intensità, come è ovvio soprattutto se non viene contrastata affatto.
Sull'invasione del nostro paese e dell'Europa si dovrebbe essere TUTTI uniti e compatti nel respingerla, tanto è evidente quanto essa sia distruttiva.
Invece si rendono complici di questo nemico invisibile costituito dal mostro del capitalismo mondiale, (di cui l'ONU è uno strumento), che in realtà questo vuole, indifferente a qualsiasi altro tipo di valore, perchè la sua perversa macchina economica altrimenti cesserebbe di funzionare senza le nuove braccia da schiavizzare.
Certo all'ONU non interessa davvero la tutela degli oppressi e dei derelitti, se così fosse si farebbe promotore di interventi concreti, eventualmente anche di tipo militare (come è stato fatto in Jugoslavia, forse perchè gli americani avevano lì l'interesse a mettere le mani), direttamente nelle aree da cui questa gente proviene. Si occuperebbe di promuovere piani di aiuto strutturale alle loro economie! Smettendo di depredarli delle loro terre e delle loro risorse per il nostro sporco benessere!
Ecco cosa bisognerebbe fare, sono tutte cose (anche queste) abbastanza elementari e facili da fare se veramente si voglia aiutare chi soffre. Ma "stranamente" nulla di tutto ciò viene fatto.
Invece il mondo capitalista pensa solo ad USARE questo "bestiame" nel continuare a schiavizzare gli esseri umani a vantaggio di pochi priivilegiati, che è il meccanismo essenziale del suo funzionamento.
Questa gente non va respinta perchè SERVE A LORO!
Devono essere nuove braccia da sfruttare per far andare avanti ancora un po' di anni questo fallimentare carrozzone del sistema economico capitalistico che sta portando il mondo alla rovina. Tornando alla sinistra, quaqquaraqquà, ecco quello che sono. Una sinistra ottusa, incapace di concepire nuovi valori al passo con la corretta comprensione ed elaborazione dei fenomeni della realtà contemporanea, ancorata a vecchi pregiudizi, rimasta indietro anni luce rispetto alle esigenze del mondo moderno, una sinistra ormai priva di identità e di valori caratterizzanti suoi, in grado di essere trainanti e innovativi in senso positivo, una sinistra ormai al seguito del potere capitalistico, e che quindi non esiste più come tale.
E si aspettano ancora di ricevere consensi?! Invece li perderanno ancora e sempre di più;
la gente, che sempre è sana nelle sue reazioni istintive, e nonostante il lavaggio del cervello in atto, continuerà a punirli per essere fuori dalla realtà, per permettere che la nostra casa venga invasa e deturpata da una transumanza inarrestabile ed impressionante, per non fare nulla per contrastare questo disastro della repentina scomparsa del popolo italiano e dei popoli dell'Europa.

Etichette: ,




lunedì 11 maggio 2009

Non credetegli! Non fatevi lavare il cervello!


Sto ascoltando in Tv, in TUTTE le tv, l'opera martellante e continua di convincimento all'accettazione dell'invasione. E' l'unica cosa su cui sono tutti d'accordo, dalla destra alla cosiddetta sinistra.
Ora è sceso in campo anche il Vaticano. NON CASCATECI!!!
L'invasione va respinta. Con mezzi legali ma va respinta.
LA MISURA DI RIMANDARE INDIETRO I CLANDESTINI E' PROPRIO QUELLO CHE SI DEVE FARE. E' ELEMENTARE.
E' L'UNICA, OVVIA DIFESA DA ATTUARE.
E' una misura sacrosantamente giusta e va approvata e sostenuta con decisione.
Ovviamente con altrettanta decisione va respinta l'assurda proposta razzista (questa sì) fatta non so da chi, di mezzi pubblici o posti riservati solo ai milanesi, questo viola il sacrosanto principio dell'uguaglianza della dignità e dei diritti di tutti gli esseri umani.
Ma dobbiamo respingere questa invasione sempre più incalzante, massiccia e distruttiva.
Non date retta all'ottusità di una "sinistra" vecchia e superata, intellettualmente incartapecorita e priva di fermento ideale, ferma al palo da anni, incapace di capire correttamente la realtà ed i fenomeni dell'epoca moderna, capace solo di essere buonista in modo aprioristico senza approfondire con coraggio intellettuale le questioni dell'attuale sistema socio-economico globalizzato.
Non date retta al cinismo di una destra economico-affaristica che guarda solo agli affari ed ai privilegi della classe dominante da difendere mantenendo lo sfruttamento di pochi uomini su tanti altri uomini, che ha bisogno continuamente di nuovo "bestiame" da schiavizzare per tenere in piedi questo suo carrozzone capitalistico ormai irrimediabilmente in fallimento, e disposta a svendere la nostra casa e la nostra identità per un pugno di anni di sopravvivenza in più di questo sistema che ci sta portando alla rovina su ogni aspetto della nostra vita.

Etichette:




domenica 10 maggio 2009

Marco Travaglio riceve il premio internazionale per la libertà di stampa - E "FreedomHouse" definisce l'Italia "Non più un paese pienamente libero".

Questa la motivazione: “per il suo coraggioso ed instancabile impegno per la libertà di stampa in Italia e per la sua tenacia nel continuare a criticare anche là dove gli altri hanno rinunciato da tempo a farlo”, ha spiegato il presidente dell’associazione Michael Konken, “in questo modo vogliamo anche incoraggiare altri giornalisti a non lasciarsi intimidire”.
Travaglio ha dedicato il premio a Indro Montanelli.




Intanto l'organizzazione internazionale non governativa Freedom House (La "Casa della Libertà" anche questa, pensate un po') segnala nel rapporto 2009 un ulteriore peggioramento delle condizioni di libertà di manifestazione del pensiero in Italia, definendola

"Non più un Paese pienamente libero"

L'Italia è l’unico Paese europeo a essere retrocesso nell’ultimo anno dalla categoria dei «Paesi liberi» a quella dei Paesi dove la libertà è «parziale».
Questo appunto grazie al "popolo delle libertà"!
Freedom House, un'organizzazione non-profit e indipendente fondata negli Stati Uniti nel 1941 per la difesa della democrazia e la libertà nel mondo, la cui prima presidente fu la first lady Eleanor Roosevelt ha classificato l'Italia semi libera per l'informazione.
Unica nazione europea occidentale.
Dietro di noi ci sono Corea del nord, Turkmenistan, Birmania, Libia, Eritrea.
Ma non disperiamo, siamo in grado di raggiungerle grazie a giornalisti come Belpietro, Riotta, Mimun e a politici della statura di Boccone del Prete Franceschini e Fini.
Freedom House attribuisce la nostra posizione al controllo dei media da parte dell'usurpatore Berlusconi.
Ma non è del tutto vero: la libertà di espressione, di scrivere e di voler ascoltare la verità non dipende solo da un ometto senza principi.
La responsabilità è degli italiani.
Un popolo che, nella sua maggioranza, sta dimostrando di valere poco.
Stiamo scendendo sempre più in basso, ma sembra tutto normale,
chi opprime è approvato, e chi si oppone è deriso o candannato.
L’ Italia corre verso il baratro ma il 72% degli Italiani e’ contento.
Perche’ ignorante e disinformato. Appunto, come si diceva.
Questa è l'Italia di oggi e come l'abbiamo ridotta.

Etichette: , ,

 
___________________________________ ___________________________________