Resistere, Resistere, Resistere

Resistenza alla dittatura interNazi[onalsociali]sta = Resistenza all'invasione straniera = Resistenza al genocidio del popolo italiano




sabato 21 giugno 2008

Esistono i mostri


Si stenta a credere che i nostri simili possano arrivare a volte a così alti livelli di crudeltà e insensibilità.
Ci sembra impossibile che a volte si possa fare tanto male senza provare alcun senso di rimorso, dubbio, pentimento, ed anzi autocelebrandosi nel proprio egoismo.
La cosa è soprattutto terribile quando questo ci viene fatto da persone che avevano la nostra stima e fiducia, ed ancor più quando sono persone a cui vogliamo molto bene, dalle quali mai e poi mai ci saremmo aspettati del male.
Ma...è in questi momenti che ci rendiamo conto della natura bestiale di noi esseri umani, al di là della nostra elevazione spirituale, molto spesso i nostri istinti più terribili prevalgono.
A volte non riesci a crederci, non vuoi crederci, e non capisci, perchè tu sei diverso, non puoi convincerti che si possa essere così terribili. E allora ti dici che forse hai sbagliato tu in qualcosa, che forse c'è stato un fraintendimento, ..che non è possibile esser così cattivi. No, non può essere,...cerchi assolutamente di tirar fuori il bene, il buono, ...la positività....ci provi, combatti con tutte le tue forze, perchè hai dentro di te sentimenti positivi, di amore, amicizia, piacere, umanità. Ma spesso anche dopo aver lottato con tutte le tue forze, è tutto inutile, ti accorgi che è proprio così, che contro l'egoismo e l'insensibilità ogni ragionamento è vano, vorresti disperatamente fare qualcosa, ma non c'è proprio niente da fare. I tuoi sentimenti positivi sono frustrati, e tutto è ricacciato indietro nell'odio, nella rottura, e nella distruzione, nella morte dell'anima. Resta solo una profonda ferita.
Queste persone sono già morte dentro, e possono uccidere a volte anche chi gli sta a fianco. fanno del male al mondo e a se stesse, sono come delle pietre fredde e senz'anima, avulse dal calore della vita.
La crudeltà uccide, letteralmente, perchè la sofferenza che può causare è tale da logorare fisicamente, soprattutto quando è protratta nel tempo.
Uccide perchè la vita si basa soprattutto sulle nostre relazioni affettive. E quando c'è un tradimento affettivo si è più deboli, nella vicende della vita ci viene a mancare quella grande forza che deriva dalla consapevolezza di essere amati.
Uccide perchè quando si è odiati o ignorati, questo accelera la nostra fine. Il tradimento affettivo spesso si nasconde dietro a un volto dolce, a un'apparente umanità, ed è quello che fa più male,...perchè non te lo aspetti.
Questi sono i veri mostri.
Quelli che albergano dentro individui dalle sembianze umane. Quelli che si nascondono dietro un'apparenza di dolcezza e altruismo La mostruosità di queste persone non è visibile, è nascosta, ma è terribile. Sono accanto a voi, nascosti dietro il volto di un essere umano come voi, pronti all'occasione ad entrare nella vostra vita e a distruggerla senza pietà.
E' singolare come spesso le persone che appaiono esternamente nei modi e nei gesti come le più buone e gentili, siano invece quelle che nascondono i mostri, e al contrario invece spesso le persone dall'apparenza più rude o brusca, custodiscano invece dentro di sè una grande umanità e ricchezza di sentimento. Attenti alle apparenze, le apparenze ingannano.
Il male che riceviamo può metterci a terra, distruggerci, spezzare la nostra vita.
La nostra vita è fatta di tanti pezzetti, qualcuno più grande, e qualcuno più piccolo, che sono le persone a cui vogliamo bene, e quando qualcuna di queste, soprattutto se è un pezzo grande, ci tradisce, il nostro cuore sanguina, e non c'è nulla che possa consolare, perchè sono letteralmente pezzi di noi stessi che muoiono.
Non c'è alcuna differenza tra l'uccidere materialmente ed il farlo psicologicamente, il risultato è lo stesso alla fine. La continua sofferenza interna provoca un angoscia muta, incubi, flashbacks, insonnia, paura, tristezza e depressione, perdita di peso, insorgenza di malattie fisiche, perchè l'organismo viene debilitato dalla perdita di un pezzo di sè.
Le componenti psicologiche sono altrettanto importanti nel nostro organismo degli organi fisici.
A volte la sofferenza diventa così grande che la vita stessa diventa un peso insopportabile, e la morte una liberazione.
Non auguro a nessuno mai di trovarsi in questa situazione....o meglio, forse si, lo auguro solo a chi è stato causa volontaria di tale sofferenza ad un altra persona. Allora in tal caso meriterebbe di avere ciò che ha dato. Mi dispiace sempre quando mi trovo ad essere nel ruolo di "cattivo" come potrebbe sembrare in questo caso, non è nella mia natura, ma la mia non è cattiveria, bensì solo un grande desiderio che chi fa del male, e un male incommensurabile, almeno riesca a capire ciò che ha fatto, e spesso per capire bisogna provare.
La vendetta, … è una tentazione, ma sarebbe solo del male aggiunto ad altro male. Inutile.
Tutto va sempre bene quando succede agli altri, ma dovremmo sempre sapere e ricordarci che, prima o poi, gli altri saremo noi.

Etichette:

 
___________________________________ ___________________________________